TUTTI I MARTEDI' | APRILE - MAGGIO 2016 | ore 21:00 | dalle 19:00 aperitivo

 5 APRILE | Cartel Land

Regia:  Matthew Heineman

Durata:  97'

Paese e anno:  USA, Messico 2015

 

Un’immersione nella violenza del narcotraffico in Messico attraverso le vicende di due moderni gruppi di vigilantes alle prese con un nemico comune: i sanguinari cartelli della droga. Nello stato di Michoacán il dottor Jose Mireles guida gli Autodefensas, una milizia di cittadini che si sono ribellati ai Cavalieri Templari, il cartello di trafficanti che da anni semina il terrore nella regione. Nel frattempo in Arizona, in un lungo e stretto tratto di deserto noto come “Cocaine Alley”, il veterano Tim “Nailer” Foley guida il gruppo paramilitare Arizona Border Recon, il cui obiettivo è impedire al conflitto di espandersi oltre confine.

 

In spagnolo e inglese con sottotitoli in italiano - sarà presente in sala Pietro Mensi, responsabile associazione A.D.eS.So

Apericena con Jalapeno

12 APRILE | Life is Sacred

Regia:  Andreas M. Dalsgaard

Durata:  104'

Paese e annoDanimarca, Irlanda, Norvegia, Colombia, 2014

 

Per decenni abbiamo sentito parlare della Colombia per i suoi signori della droga, guerriglieri, paramilitari e governanti corrotti. Ma il paese ha anche un altro volto, quello di chi lavora duramente e combatte per una vera democrazia, come Antanas Mockus, leader eccentrico e senza paura che usando mimi, matite, flashmob e costumi da supereroe, ha dichiarato guerra a ingiustizie e violenza. Del suo pacifico esercito di giovani seguaci fa parte Katherin, che però scoprirà che cambiare una società contaminata dall'illegalità è molto più difficile di quanto credesse. Un film che vuole aprire un dibattito su moralità e politica, non solo in Colombia.

 

In spagnolo con sottotitoli in italiano - Sarà presente in sala David Cambioli, presidente di Altra Qualità Sandro Bozzolo, dottorando all'Università di Genova e autore del libro "Un sindaco fuori del comune", che racconta la storia di Antanas Mockus, protagonista del film "Life is Sacred". Apericena con Il Fabbro

19 APRILE | Voyage en barbarie

Regia: Cécile Allegra e Delphine Deloget

Durata:  72'

Paese e annoFrancia, 2014

 

Il Sinai è diventato teatro di una vera tratta degli schiavi: a partire dal 2009 50mila eritrei sono passati da qui, e 10mila non ne sono mai tornati. Giovani, di buona famiglia, cristiani, in fuga da una dittatura, vengono rapiti durante la marcia verso il Sudan e torturati da beduini che non hanno che un obiettivo: ottenere un riscatto dalle famiglie, come conferma l'intervista senza precedenti a uno di loro. Tre sopravvissuti ci consegnano la loro testimonianza: Germay, rifugiato al Cairo, e Robel e Haleform, che hanno ottenuto asilo in Svezia. Le loro voci sono le prime a svelare una vicenda avvolta dal silenzio, l'ennesimo dramma sulle rotte della migrazione.

 

In inglese e arabo con sottotitoli in italiano - Sarà presente in sala Walter Massa, coordinatore nazionale ARCI Immigrazione e Asilo - Apericena con Eritrea Huwnet

26 APRILE | En tierra extrana

Regia:  Iciar Bollaìn

Durata:  73'

Paese e annoSpagna, 2014

 

Gloria è una dei 700mila spagnoli che hanno lasciato il loro paese dall'inizio della crisi economica. Nata in Almeria, 32 anni, insegnante disoccupata in Spagna, ha trovato lavoro come commessa a Edimburgo, dove ha lanciato il progetto “Ni Perdidos Ni Callados” (Né persi né silenziosi), per esprimere la sua frustrazione di expat e dare voce ai 20mila spagnoli che vivono nella capitale scozzese. La regista Iciar Bollaín ha raccolto le loro storie, comuni o straordinarie, incoraggianti o sconfortanti, per raccontare una situazione esemplare della nuova migrazione interna europea, da paesi come Spagna, Portogallo e Italia, verso il Nord del continente.

 

In spagnolo e inglese con sottotitoli in italiano - Sarà presente in sala Simone Castellani

Apericena con Jalapeno

 3 MAGGIO | We are Journalist

Regia: Ahmad Jalali Farahani

Durata:  85'

Paese e annoDanimarca, Iran, 2014

 

Il sofferto percorso attraverso un decennio di lotta dei giornalisti iraniani per sopravvivere e lavorare sotto il governo di Ahmedinejad, oltre la speranza delusa della rivoluzione verde del 2009. Il regista è lui stesso un giornalista, in esilio dopo essere stato perseguitato e torturato dal regime. Il film rivela non solo le sue sofferenze personali in una instancabile lotta per la libertà di espressione, ma anche la situazione di tanti suoi colleghi: quelli che hanno perso lavoro e sostentamento in seguito alla chiusura dei loro giornali, e quelli che da un esilio forzato continuano a battersi per la libertà e democrazia nel loro paese.

 

In persiano con sottotitoli in italiano

Apericena con I Contadini della Vesima

 10 MAGGIO | The Chinese Mayor

Regia:  Hoa Zhou

Durata:  86'

Paese e anno:  Cina, 2015

 

Un tempo florida capitale della Cina imperiale, la città di Datong è oggi quasi in rovina, inquinata e paralizzata da infrastrutture decrepite e incerte prospettive. Il sindaco Geng Yanbo è convinto di poter invertire la rotta e ha piani ambiziosi per restituire a Datong la gloria passata, a un prezzo davvero caro: abbattere migliaia di case e trasferire mezzo milione di persone (il 30% dei residenti in città). Le possibilità di successo dipendono dalla sua abilità di tenere a bada cittadini inferociti e una élite di partito infastidita dalla sua ambizione. Il ritratto di un politico visionario e inclassificabile diventa quello di un paese, colto nel balzo febbrile verso un futuro sempre più incerto.

 

In mandarino con sottotitoli in italiano - Sarà presente in sala Emanuela Patella, responsabile di CELSO - Istituto di studi orientali - Apericena con Altrove Bar & Bistrot

Mondovisioni 2016 è organizzato da Cinema Cappuccini, Associazione Oblò, 2minds studio, Marta Moretto

In collaborazione con: Arci, Bottega Soldale, Laborpace-Caritas | Sponsor: COOP Liguria

WEBMASTER: Marco CALDERONE

seguici su:
  • Facebook Classic
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now